venerdì 11 agosto 2017

Non potho reposare - In ricordo di Adrea Parodi




Non potho reposare, amore ‘e coro,
pensende a tie so donzi momentu;
no istes in tristura, prenda 'e oro,
ne in dispiachere o pensamentu.
T'assicuro chi a tie solu bramo
ca t'amo forte t'amo, e t'amo, e t'amo.
Si m’esseret possibile d’anghelu,
s'ispiritu invisibile picabo
sas formas e furabo dae chelu
su sole e sos isteddos e formabo
unu mundu bellissimu pro tene,
pro poder dispensare cada bene.
No potho biver, no, chena amargura
lontanu dae tene, amadu coro.
A nudda balet sa bella natura
si no est a curtzu su meu tesoro,
e pro mi dare consolu e recreu
coro, diosa amada prus de Deus.
T'assicuro chi a tie solu bramo
ca t'amo forte t'amo, e t'amo, e t'amo.

domenica 9 luglio 2017

Chasing pavements



I've made up my mind
Don't need to think it over
If I'm wrong I am right
Don't need to look no further
This ain't lust
I know this is love but

If I tell the world
I'll never say enough
Cause it was not said to you
And that's exactly what I need to do
If I'm in love with you

Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if it leads nowhere
Or would it be a waste?
Even If I knew my place should I leave it there?
Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if it leads nowhere

I'd build myself up
And fly around in circles
Waiting as my heart drops
And my back begins to tingle
Finally could this be it or

Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if it leads nowhere
Or would it be a waste?
Even if I knew my place should I leave it there?
Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if it leads nowhere yeah

Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if, it leads nowhere
Or would it be a waste?
Even if I knew my place should I leave it there?
Should I give up,
Or should I just keep on chasing pavements?
Should I just keep on chasing pavements? Or

Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if it leads nowhere
Or would it be a waste?
Even if I knew my place should I leave it there?
Should I give up
Or should I just keep chasing pavements?
Even if it leads nowhere

venerdì 30 giugno 2017

Il conforto



Se questa città non dorme
Allora siamo in due
Per non farti scappare
Chiusi la porta e consegnai la chiave a te
Adesso sono certa della differenza tra
Prossimità e vicinanza
Eh, è il modo in cui ti muovi
In una tenda in questo mio deserto
Sarà che piove da luglio
Il mondo che esplode in pianto
Sarà che non esci da mesi
Sei stanco e hai finito i sorrisi soltanto
Per pesare il cuore con entrambe le mani ci vuole coraggio
E occhi bendati, su un cielo girato di spalle
La pazienza, casa nostra, il contatto, il tuo conforto
Ha a che fare con me
È qualcosa che ha a che fare con me
Se questa città confonde
Allora siete in due
Per non farmi scappare
Mi chiuse gli occhi e consegnò la chiave a te
Adesso sono certo
Della differenza tra distanza e lontananza

sabato 27 maggio 2017

Piccola anima - Ermal & Elisa




Piccola anima
che fuggi come se
fossi un passero
spaventato a morte.
Qualcuno è qui per te,
se guardi bene ce l'hai di fronte.
Fugge anche lui per non dover scappare.
Se guardi bene ti sto di fronte.
Se parli piano, ti sento forte.

Quello che voglio io da te
non sarà facile spiegare.
Non so nemmeno dove e perché hai perso le parole
ma se tu vai via, porti i miei occhi con te.

Piccola anima,
la luce dei lampioni ti accompagna a casa
innamorata e sola.
Quell'uomo infame non ti ha mai capito
Sai che a respirare non si fa fatica
È l'amore che ti tiene in vita.

Quello che voglio io da te
non sarà facile spiegare
Non so nemmeno dove e perché hai perso le parole
ma se tu vai via, porti i miei occhi con te

Camminare fa passare ogni tristezza
Ti va di passeggiare insieme?
Meriti del mondo ogni sua bellezza
Dicono che non c'è niente di più fragile di una promessa
e io non te ne farò nemmeno una.

Quello che voglio io da te
non lo so spiegare
ma se tu vai via, porti i miei sogni con te

Piccola anima
tu non sei per niente piccola

venerdì 14 aprile 2017

Un ricordo

Un ricordo
di Umberto Saba

Non dormo. Vedo una strada, un boschetto,
che sul mio cuore come un’ansia preme;
dove si andava, per star soli e insieme,
io e un altro ragazzetto.

Era la Pasqua; i riti lunghi e strani
dei vecchi. E se non mi volesse bene
pensavo e non venisse più domani?
E domani non venne. Fu un dolore,
uno spasimo verso la sera;
che un’amicizia (seppi poi) non era,
era quello un amore;

il primo; e quale e che felicità
n’ebbi, tra i colli e il mare di Trieste.
Ma perché non dormire, oggi, con queste
storie di, credo, quindici anni fa?

domenica 9 aprile 2017

Bos'c de stele 
by M. Noacco
E se un zorno lontan
un rèful,
ingropà de scusse
de ruspie parole,
se scondarà
in ta la grispa dei nostri pinsieri,
mi te portarò
indove l'acqua de l'Lisonz
se nega in ta'l mar.
Sentadi su un sas slissà
tamiseremo lagrime e ridade
fregule de note scura
e grani de luse 'nsempiada.
Contro la strigarìa de l'ora
robaremo 'na ramela de rosmarin
de tignir strenta in scarsela
fin che 'l bos'c de stele
se sfrisularà in ta'l mar.

giovedì 16 marzo 2017

This year's love



This years love had better last
Heaven knows it's high time
And I've been waiting on my own too long
But when you hold me like you do
It feels so right
I start to forget
How my heart gets torn
When that hurt gets thrown
Feeling like you can't go on
Turning circles when time again
It cuts like a knife oh yeah
If you love me got to know for sure
'Cause it takes something more this time
Than sweet sweet lies
Before I open up my arms and fall
Losing all control
Every dream inside my soul
And when you kiss me
On that midnight street
Sweep me off my feet
Singing ain't this life so sweet
This years love had better last
This years love had better last
'Cause whose to worry
If our hearts get torn
When that hurt gets thrown
Don't you know this life goes on
And won't you kiss me
On that midnight street
Sweep me off my feet
Singing ain't this life so sweet
This years love had better last
This years love had better last
This years love had better last

How to give your opinion



domenica 12 marzo 2017

La sabbia del tempo


Come scorrea la calda sabbia lieve
Per entro il cavo della mano in ozio,
Il cor sentì che il giorno era più breve.

E un'ansia repentina il cor m'assalse
Per l'appressar dell'umido equinozio
Che offusca l'oro delle piagge salse.

Alla sabbia del Tempo urna la mano
Era, clessidra il cor mio palpitante,
L'ombra crescente d'ogni stelo vano
Quasi ombra d'ago in tacito quadrante. 

G.D'Annunzio

domenica 12 febbraio 2017

Electronic microscopy

How do we see things too small to be detected by the human eye? What about things inside our own bodies? At TEDYouth 2012, Dee Breger uses a scanning electron microscope to give us a glimpse of images including blood clots, thyroid glands, and lungs with pneumonia.




sabato 28 gennaio 2017

Il fiore

Il fiore
di John Donne

Poca pena ti dai, povero fiore,
Che da quando sei nato t’ho seguito,
Ora per ora, per sei giorni o sette,
Mentre crescevi sopra questo ramo,
Sulla cui cima adesso esulti e ridi;
Poca pena ti dai, che presto il gelo
Verrà, e che potrei, domani stesso,
Trovarti secco, o non trovarti affatto.

Poca pena ti dai, povero cuore,
Che t’affaccendi a farti un nido e speri,
Svolazzandogli intorno, avere accesso
A un albero proibito, o che proibisce,
E d’espugnarlo con un lungo assedio;
Poca pena ti dai, che domattina,
Prima che quel tuo Sole si ridesti,
Con questo sole e me dovrai partire.

Ma siccome ti piace esser sottile
Nel punirti da solo – mi dirai:
«Se devi andare vai, che c’entro io?
Qui sono i miei affari, e qui rimango.
Tu vai da amici pieni di premure
E mezzi che gratificano gli occhi,
Le orecchie, la lingua - insomma: il corpo.
Vacci con lui, che te ne fai d’un cuore? »