martedì 30 agosto 2016

Rude




"Rude"

Saturday morning jumped out of bed
And put on my best suit
Got in my car and raced like a jet
All the way to you
Knocked on your door with heart in my hand
To ask you a question
'Cause I know that you're an old-fashioned man, yeah

Can I have your daughter for the rest of my life?
Say yes, say yes 'cause I need to know
You say I'll never get your blessing 'til the day I die
Tough luck, my friend, but the answer is 'No'

Why you gotta be so rude?
Don't you know I'm human too?
Why you gotta be so rude?
I'm gonna marry her anyway

Marry that girl
Marry her anyway
Marry that girl
Yeah, no matter what you say
Marry that girl
And we'll be a family
Why you gotta be so
Rude

I hate to do this, you leave no choice
Can't live without her
Love me or hate me we will be both
Standing at that altar
Or we will run away
To another galaxy, you know
You know she's in love with me
She will go anywhere I go

sabato 27 agosto 2016

martedì 23 agosto 2016

Unforgettable ballads


I've had her 
by Phil Ochs


The night air is inviting you to walk out on the trail
You will not fail, You will not fail
And by the beach a lady sails a ship without a sail
    And you reach out for her, And you reach out for her
    But, I've had her, I've had her
    She's nothing
Down the cliffs you clamber and you tumble to the shore
The warm waves roar, The warm waves roar
And on the reef a mermaid siren screams one perfume more
    And she shouts to you
    Through the foam she shouts to you
    But, I've had her, I've had her, She's nothing
The players at the party are prepared to take a chance
They drop their pants, They drop their pants
In the corner, she's so crystalline no one dares to ask a dance
    And she calls out to you, And she calls out to you
    But, I've had her, I've had her
    She's nothing
In the prison of your broken bed you dribble in a dream
And find a queen, And find a queen
But your sleep is sadly stolen by the face that is a stream
    That's flowing out to you
    She's flowing out to you
    But, I've had her, I've had her, She's nothing
The vision of the seven veils are racing down the road
Signs are slow, The signs are slow
But beauty is the mistress and the beauty you've been told
    You'd speed the route for her, You'd speed the route for her
    But, I've had her, I've had her
    She's nothing
The fog has changed the city to a friendly frightened fawn
The shades are drawn, The shades are drawn
To possess her misty madness you would gladly duel the dawn
    And fade out to her, And fade out to her
    But, I've had her, I've had her
    She's nothing
The circus clown, he hides a tear beneath his pained smile
And charms a child, And charms a child
While the dancing girls and prancing horse blows kisses down the aisle
    You'd roll about for her, You'd roll about for her
    But, I've had her, I've had her
    She's nothing
All alone, the flaming field, your fairy love is spread
Your time has fled, Your time has fled
Now the only way to touch her is the gun beside your head
    Now there's now doubt for her, Now there's now doubt for her
    But, I've had her, I've had her
    She's nothing


martedì 9 agosto 2016

London Globe Theatre Exhibition and tour

IL PRIMO TEATRO GLOBE

L'originale teatro Globe fu costruito al Bankside nel 1599 per i Chamberlain's men, la compagnia di attori di William Shakespeare. Molte delle più importanti opere di Shakespeare furono presentate al Globe che per 14 anni fu uno dei teatri di maggior successo di Londra.

Durante una recita nel 1613 un cannone da teatro mandò a fuoco il tetto di paglia e il teatro ne andò completamente distrutto. Negli stessi spazi venne edificato un secondo teatro Globe che diventò il teatro base della compagnia di Shakespeare fino al 1642. In questo stesso anno tutti i teatri furono chiusi dal Puritanesimo del governo inglese del momento. Il teatro fu demolito nel 1644 perchè ormai di nessuna utilità. Il punto preciso in cui sorgeva il Globe originale si trova a circa 150 metri dall'attuale edificio ricostruito sul Bankside.


RICOSTRUZIONE DEL TEATRO GLOBE


Il progetto di ricostruzione del teatro Globe di Shakespeare fu ispirazione del grande attore, regista e traduttore americano Sam Wanamaker. Questi, durante una visita a Londra nel 1949, rimase sconcertato nello scoprire che l'unica memoria di Shakespeare sul luogo dove si trovava il Globe consisteva in una placca sul muro di una birreria.
Nel 1980 Wanamaker fondò ciò che si sarebbe poi chiamato lo Shakespeare Globe Trust, la cui missione era quella di ricostruire il teatro e creare un centro di fromazione e mostra finalizzato alla conoscenza della diretta recitazione delle opere di Shakespeare.
Sam Wanamaker morì dopo 23 anni di instancabili sforzi per la raccolta dei fondi, quando la costruzione del centro era ormai in fase avanzata.

Nel 1997, tre anni e mezzo dopo la morte di Sam, il teatro e gli edifici di supporto furono completati. Il disegno per la ricostruzione si basò su vari tipi di tracce, fra le quali alcuni disegni panoramici della zona, scavi archeologici dell'adiacente teatro "Rose" e riferimenti presenti nelle opere stesse.Le tecniche usate per la ricostruzione del teatro furono scrupolosamente precise. Fu tagliata e lavorata della quercia "non stagionata" seguendo la pratica del sedicesimo secolo; assicelle e doghe di quercia sostengono l'intonaco di calce mescolato secondo una ricetta contemporanea. Il tetto è fatto di canna e paglia, in base ai campioni trovati durante gli scavi del sito originale del Globe.
Il palcoscenico è l'aspetto più ipotetico della ricostruzione. Il suo disegno fu tratto da fonti provenienti da strutture dell'epoca ancora esistenti e consigli pratici offerti dagli attori che parteciparono alle anteprime del 1995 e del 1996. La ricostruzione è quanto di più fedele all'originale fosse possibile realizzare seguendo le indicazioni suggerite dai moderni studi e dall'artigianato tradizionale. Per ora quindi questo teatro Globe è destinato ad essere, e probabilmente a rimanere, nè più nè meno che la migliore ipotesi dell'originale teatro di Shakespeare.

IL GLOBE ODIERNO

La compagnia di attori, Globe Theatre Company, si riforma annualmente e manda in scena da maggio ad ottobre rappresentazioni di opere di Shakespeare e di autori moderni. Circa 250.000 persone visitano ogni anno il Globe per fare la conoscenza di questo teatro unico nel suo genere e dello speciale legame tra attore e spettatore che vi si stabilisce. Il teatro ha una capienza di 1600 posti, inclusi 700 "groundlings" (spettatori di platea) che stanno in piedi pagando 5 sterline.

sabato 6 agosto 2016

La via del sole di Mauro Corona


"I destini, è ovvio, sono inattesi perchè sconosciuti. Fino a quando accadono, rivelandosi. Allora tutto cambia. Fa riflettere che a volte basti un raggio di sole a mutarci l'intera esistenza. ... Le cose abitano dentro di noi. Non si deve cercare per poterle vedere, ma liberarle dal mucchio di ramaglie che le occultano. C'è già tutto ma è coperto, come i fiori sotto le valanghe"
da "La via del sole" di Mauro Corona, capitolo 4.

martedì 2 agosto 2016

Il casello fantasma

Il casello fantasma
una scena del film animato tratto dal libro di Norton Juster


Time is gift, fleeting and swift,
Ticking and tocking itself away,
Itself away, it’s own way of saying better beware,
Time is a gift, precious and rare,
Take it and make of it all you can
Use all you can, theres not a moment to spare,
So, take a minute to look around,
See a sight, hear a sound,
Take a minute to concentrate,
Analyse, Contemplate,
Take an hour and change the fate of the world!
Time is a gift, given to you,
Given to give you the time you need,
The time you need to have the time of your life!
Time ticks hastily away,
Take time to save it every day!
Time saved, in the nick of time,
Is golden time.
So, take a minute to look around,
See a sight, hear a sound,
Take a minute to concentrate,
Analyse, Contemplate.
Take an hour and change the fate of the world!
Time is a gift, given to you,
Given to give to the time you need:
The time you need to have the time of your life!


Intervista con l'autore e l'illustratore del libro